zeugma

[ʒèug-ma]
In sintesi
figura grammaticale in cui un verbo regge due costruzioni, di cui una sola è pertinente
← dal lat. tardo zeŭgma, neutro, che è dal gr. zêugma ‘ciò che serve a unire, congiuntura’, deriv. di zeugnýnai ‘aggiogare, unire’.
s.m.
(pl. -mi)

LING Figura retorica che consiste nel far dipendere da un solo verbo due o più elementi, dei quali solo uno risulta appropriato; es. parlar e lagrimar vedrai insieme (Dante)