terziario

[ter-zià-rio]
In sintesi
settore dei servizi; chi appartiene a un terz'ordine religioso
← dal lat. tertiarĭu(m), deriv. di tertĭus ‘terzo’; nel sign. econ., sul modello del fr. tertiaire.

A
agg.

1
non com. Che è il terzo di una serie, di una successione
2
CHIM Azoto, carbonio terziario, che in una molecola organica sono uniti a tre atomi di carbonio || Di composto il cui gruppo funzionale è legato a un atomo di carbonio o di azoto terziario
3
ECON Settore terziario, settore economico dei servizi che, nella rappresentazione schematica tradizionale delle strutture della società, segue quello dell'agricoltura e quello dell'industria
4
GEOL Era terziaria, cenozoica || estens. Dell'era terziaria: animali terziari

B
s.m.
(f. -ria, nei sign. 1 e 2; solo m. sing. nei sign. 3 e 4)

1
DIR Terzadro; coltivatore a terzeria
2
ECCL Laico appartenente al terzo ordine religioso, seguente a quello maschile, o primo ordine, e a quello femminile, o secondo ordine, con particolari regole limitative rispetto a essi: un t. francescano, domenicano; le terziarie carmelitane, agostiniane || Terziari regolari, che vivono in comunità || Terziari secolari, che vivono nel secolo
3
ECON, ell. Settore terziario || Terziario avanzato, settore dei servizi tecnologicamente più evoluti, fondato sull'impiego dell'informatica, della telematica e sim.
4
GEOL, ell. Era terziaria; Cenozoico