stallo

[stàl-lo]
In sintesi
sedile con schienale e braccioli; sosta, dimora; blocco, arresto
← dal francone *stall ‘luogo di sosta’; nel sign. aer., attrav. l’ingl. stall.
s.m.

1
Ciascuno dei sedili muniti di schienali e braccioli, allineati in serie e destinati ai membri di una riunione solenne, di un consesso civile o religioso: gli stalli del coro della cattedrale; gli stalli dei senatori
2
Nel gioco degli scacchi, posizione nella quale il re cade sotto scacco comunque si muova, mentre tutti gli altri pezzi sono immobilizzati
|| fig. Situazione di stallo, senza via d'uscita, senza soluzioni: la crisi di governo sembra entrata in una situazione di s.
3
ant. Sede, dimora