sarcasmo

[sar-cà-ʃmo]
In sintesi
ironia particolarmente aspra e amara, dettata dall'intento di ferire o umiliare
← dal lat. sarcăsmu(m), dal gr. sarkasmós, deriv. di sarkázein ‘lacerare le carni’.
s.m.

Ironia mordace e beffarda espressa per amarezza o per animosità contro qualcuno: parlare con s.; ebbe per lui parole piene di s.; lo trattò con crudele s.; su tutto e su tutti fa del s. || Frase, espressione amara e beffarda: si tenga per lei i suoi sarcasmi!; non raccolse il s.