rimozione

[ri-mo-zió-ne]
In sintesi
rimuovere, l'essere rimosso
← dal lat. remotiōne(m), deriv. di removēre ‘rimuovere’.
1
Azione e risultato del rimuovere, del togliere allontanando: la r. di un albero caduto; la r. di un cadavere || fig. Eliminazione: la r. di una difficoltà, di un impedimento
2
Allontanamento da un'attività, da un ufficio, da una carica: r. di un impiegato da un incarico; r. di un sacerdote dal suo ministero || MIL Rimozione dal grado, di militare che viene degradato per mancanza disciplinare
3
PSICOAN Processo inconscio con cui il soggetto cancella dalla propria coscienza ciò che l'Io non accetta || estens. Rifiuto psicologico verso qualcuno o qualcosa