reversibile

[re-ver-sì-bi-le]
In sintesi
che si può invertire, ribaltabile, rovesciabile
← dal lat. mediev. reversibile(m), deriv. del class. revĕrsus, part. pass. di revĕrti ‘ritornare’.

A
agg.
(pl. -li)

1
Che si può invertire, rovesciare, capovolgere: movimento, direzione r.; condizione r. || Ragionamento reversibile, nel quale la conclusione si può assumere come premessa SIN. invertibile CONT. irreversibile
2
ABBIGL Di abiti che si possono indossare in entrambi i versi SIN. double-face
3
CHIM Reazione reversibile, quella che può procedere sia in senso diretto, dai reagenti ai prodotti, sia in senso inverso, dai prodotti ai reagenti iniziali
4
MAT Che può essere seguito ed eseguito in entrambi i sensi
5
DIR Di beni che, in determinati casi previsti dalla legge, possono ritornare al precedente proprietario || Pensione reversibile, che alla morte del titolare, può essere corrisposta ai suoi congiunti
6
ECON Di capitale rapidamente trasformabile in denaro o trasferibile ad altri investimenti
7
FIS In termodinamica, di trasformazione di un sistema che può avvenire in un senso e nel senso contrario, in quanto alle grandezze che caratterizzano il sistema stesso possono essere fatti assumere nell'un caso e nell'altro, gli stessi valori, in ordine tra loro inverso
8
MECC Meccanismo reversibile, in cui la trasmissione del moto può verificarsi sia dall'organo di comando a quello comandato, sia viceversa
9
MED Di processo morboso che può regredire fino a scomparire completamente

B
s.f.

ell. Pensione reversibile