requisitoria

[re-qui-ʃi-tò-ria]
In sintesi
arringa finale, in un processo, del pubblico ministero; discorso in tono di accusa o di rimprovero
← deriv. del lat. requisītus; cfr. requisito.
1
DIR Nei processi penali e civili, arringa in cui il pubblico ministero riassume e precisa i capi d'accusa contro un imputato e presenta ai giudici le sue richieste per l'applicazione delle sanzioni di legge
2
estens. Aspro rimprovero contro qualcuno: mi ha fatto una lunga r. in nome della morale