qualunquismo

[qua-lun-quì-ʃmo]
In sintesi
movimento politico caratterizzato dalla critica alla democrazia, ai partiti e alle ideologie in genere; disinteresse per la politica e le questioni sociali
← da (l’uomo) qualunque, testata di un giornale fondato nel 1944 dal commediografo g. giannini (1891-1959).
1
POLIT Movimento politico dell'immediato dopoguerra che, affermando di sostenere le aspirazioni e l'interesse dell'uomo qualunque, proponeva una forma di Stato con funzioni puramente amministrative e burocratiche e avversava la presenza dei partiti politici nonché di ogni ideologia
2
estens., spreg. Atteggiamento di indifferenza e sprezzante distacco verso i problemi politici e sociali, in nome della presunta difesa degli interessi della gente comune