proselito

[pro-ʃè-li-to]
In sintesi
chi si è convertito da poco ad una dottrina, ad una religione; nuovo seguace di un partito, di un movimento, ecc.; adepto
← dal lat. tardo proselўtu(m), che è dal gr. proslytos ‘nuovo venuto, straniero’.
s.m.
(f. -ta)

raro proselite Nuovo seguace di una fede, di una dottrina, di un partito; neofita: il nuovo partito ha fatto molti proseliti