prescindere

[pre-scìn-de-re]
In sintesi
non tener conto, non considerare, lasciare da parte
← dal lat. praescindĕre, comp. di prāe- ‘pre-’ e scindĕre ‘tagliare’; propr. ‘tagliare davanti’, poi ‘separare’.
v.intr.
(aus. avere)

(prescìndo; si coniuga come scìndere) Lasciare da parte, non considerare; astrarre: p. dall'interesse personale; p. da un problema || A prescindere da, non tenendo conto, facendo astrazione: anche a p. da considerazioni di merito, l'opera non può essere rappresentata per motivi economici SIN. escludere, omettere CONT. considerare