prerogativa

[pre-ro-ga-tì-va]
In sintesi
caratteristica, proprietà, qualità specifica; diritto, potere o privilegio particolare riconosciuti per legge
← dal lat. praerogatīva(m), f. sost. di praerogatīvus, propr. ‘interrogato prima degli altri’; in origine si diceva della centuria che nei comizi aveva il diritto di votare per prima.
s.f.

1
Privilegio riconosciuto per legge o per consuetudine a persone investite di speciali cariche e poteri allo scopo di assicurare loro l'indipendenza e l'autorità necessarie all'esercizio del loro ufficio: prerogative regie, diplomatiche, parlamentari
2
estens. Facoltà propria di qualcuno o di qualcosa; caratteristica: una delle sue prerogative è la sincerità; la p. di uno strumento, di un sistema
3
ST Nel diritto romano, centuria che votava per prima nei comizi centuriati