pleonasmo

[ple-o-nà-ʃmo]
In sintesi
espressione che contiene elementi superflui e ripetitivi
← dal lat. tardo pleonăsmu(m), che è dal gr. pleonasmós, deriv. di pleonázein ‘sovrabbondare’.
1
RET Figura grammaticale che consiste nell'abbondanza di parole non grammaticalmente o logicamente necessarie alla funzionalità di una proposizione
2
La parola o le parole che rappresentano un pleonasmo: togliere un p.
3
estens. Superfluità, inutilità, sovrabbondanza: questa clausola aggiunta al contratto è un vero p.