pervicace

[per-vi-cà-ce]
In sintesi
caparbio, molto ostinato; tenace, irremovibile
← dal lat. pervicāce(m), deriv. di pervincĕre ‘vincere completamente, spuntarla’, comp. di r, con valore perfettivo, e vincĕre ‘vincere’.
agg.
(pl. -ci)

lett. Che non si lascia convincere, persuadere: è p. nel suo errore; carattere p. SIN. caparbio, ostinato