ottundere

[ot-tùn-de-re]
In sintesi
smussare, togliere l'acutezza, spuntare; offuscare, far perdere vivacità
← dal lat. obtundĕre, comp. di ŏb- ‘contro’ e tundĕre ‘battere, colpire’.
1
lett. Smussare una punta o il taglio di una lama e sim.; spuntare, arrotondare: o. la punta della lancia, l'orlo di una lastra
2
fig. Togliere l'acutezza, la vivacità: o. l'intelligenza || Affievolire, offuscare: o. il senso del gusto; o. l'udito