ostracismo

[o-stra-cì-ʃmo]
In sintesi
esclusione, mettere al bando
← dal gr. ostrakismós, deriv. di ostrakízein ‘bandire con l’ostracismo’, a sua volta da óstrakon; cfr. ostrakon.
1
ST Nell'antica Grecia, messa al bando della durata di cinque o dieci anni alla quale, per decisione dell'assemblea, era condannato il cittadino giudicato pericoloso alla repubblica: condannare all'o.; infliggere l'o. a qualcuno
2
estens. Allontanamento, esclusione di qualcuno da un determinato ambiente o luogo || Dare l'ostracismo a qualcuno, metterlo al bando, allontanarlo || Dare l'ostracismo a qualcosa, bandirne l'uso, non tenerne conto e sim. || Fare ostracismo a qualcuno, qualcosa, avversarlo, boicottarlo