nefasto

[ne-fà-sto]
In sintesi
che porta o può portare danni o rischi gravissimi; avvenimento o azione poco onorevole
← dal lat. nefāstu(m), comp. di ne- ‘non’ e stus ‘lecito, autorizzato’, deriv. di s ‘ordine, diritto divino’; propr. ‘non ammesso, non autorizzato’; cfr. fasto 2.

A
agg.

1
Di giorno infausto, luttuoso, sciagurato: la nefasta ricorrenza della sconfitta, del terremoto; questa è per me una data nefasta SIN. malaugurato
2
Che preannuncia sciagure, guai; che è di cattivo augurio: è un presagio n.; mi sembrò un segno n. || Che reca sciagure, che porta disgrazie: una guerra nefasta
3
ST Nell'antica Roma, si diceva dei giorni considerati maledetti dagli dèi per qualche evento storico contrario o infausto, nei quali non era consentito far sacrifici, tenere tribunale ecc.
4
ant. Nefando, scellerato

B
s.m. pl.

lett. Avvenimenti infausti, luttuosi: i fasti e i nefasti