molcere

[mól-ce-re]
In sintesi
allietare; placare
← dal lat. mulcēre ‘carezzare, lambire’ e ‘dilettare, lenire’.
v.tr.

raro mulcere (dif., usato solo nella terza pers. sing. del pres. indicat. mólce e del pass. rem. mólse, nell'imperf. indicat. molcìvo; nella terza pers. sing. e pl. del pres. congiunt. mólca, mólcano; nell'imperf. congiunt. molcéssi; nel gerund. molcèndo) poet. Blandire, lenire, addolcire: non ti molceva il core / la dolce lode or delle negre chiome (Leopardi) SIN. mitigare, alleviare CONT. inasprire, irritare