maramaldo

[ma-ra-màl-do]
In sintesi
uomo perfido e vile contro i deboli
← dal nome del capitano di ventura f. maramaldo, che nella battaglia di gavinana (1530) uccise f. ferrucci già gravemente ferito.
s.m.

Persona vile che infierisce su chi è vinto, che fa il prepotente con i deboli, con gli inermi