insabbiare

[in-sab-bià-re]
In sintesi
coprire; arenare, bloccare
← deriv. di sabbia col pref. in- 1, sul modello del fr. ensabler.

A
v.tr.

1
Coprire di sabbia, mettere sotto la sabbia: i. un innesto || Sporcare di sabbia || Riempire di sabbia: le correnti marine insabbiano il porto, il canale
2
fig. Nascondere, far cadere in oblio un progetto, un provvedimento e sim., spec. per procurarsi indebitamente un vantaggio: i. una domanda, un'inchiesta || Mettere a tacere: i. una polemica

B
v.rifl.

1
Infilarsi nella sabbia, coprirsi di sabbia
2
fig. Ritirarsi in un luogo isolato facendo vita solitaria

C
v.intr. pr

1
Coprirsi, riempirsi di sabbia: il porto sta per insabbiarsi
2
Arenarsi sulla sabbia di un fondale: la barca si è insabbiata
3
fig. Di pratica, polemica e sim., cadere in dimenticanza o essere messa a tacere: la tua domanda si è insabbiata in qualche ufficio del ministero