incunabolo

[in-cu-nà-bo-lo]
In sintesi
libro stampato alle origini delle tipografia
← dal lat. incunabŭla, neutro pl., propr. ‘fasce’, deriv. di nae ‘culla’, da cui ‘inizio, origine’; il sign. di ‘libro stampato nel sec. xv’ deriva dal titolo incunabula typographiae del primo catalogo di incunaboli, di c. van beughem (amsterdam, 1688).
s.m.
(pl. -li)

Libro stampato alle origini dell'arte tipografica, dalla metà del 1400 fino a tutto il 1500