esautorare

[e-ʃau-to-rà-re]
esàutoro
In sintesi
privare di autorità o di prestigio; rendere vano, inutile
← dal lat. exauctorāre, comp. di ĕx-, con valore priv., e auctorāre ‘vendere, ingaggiare (un gladiatore)’, deriv. di āuctor -ōris ‘venditore’; propr. ‘privare del soldo, congedare’.
v.tr.

Togliere, in tutto o in parte, autorità, valore, importanza a una persona, un'istituzione e sim.: e. il direttore, il presidente; e. il Parlamento