emerito

[e-mè-ri-to]
In sintesi
chi non esercita più il proprio incarico ma ne conserva il grado; insigne, noto
← dal lat. emerĭtu(m), part. pass. di emerēre ‘ben meritare’.

A
agg.

1
Di chi, pur non esercitando più il proprio ufficio, ne mantiene la dignità, il titolo e l'onore: consigliere e. || Professore emerito, professore universitario messo a riposo
2
estens. Egregio, illustre, degnissimo: è un e. orientalista || iron., scherz. Famoso: è un e. imbroglione
3
ST Presso gli antichi Romani, di soldato che, dopo aver compiuto onoratamente il servizio militare, era mandato in congedo

B
s.m.

(f. -ta) Persona emerita: gli emeriti dell'Accademia