embargo

[em-bàr-go]
In sintesi
divieto di avere scambi commerciali con uno Stato; fermo di navi straniere nei porti per rappresaglia
← dallo sp. embargo propr. ‘impedimento, fermo’, deriv. di embargar ‘impedire, sequestrare’, che è dal lat. volg. *imbarricare ‘sbarrare’.
1
Sequestro imposto da uno Stato alle navi straniere che si trovino nei suoi porti o nelle sue acque territoriali, per causa di guerra o per altri motivi politici
2
estens. Blocco economico consistente nel divieto di esportare merci in determinati Stati, allo scopo di impedire il prolungamento d'una guerra, il rifornimento indiretto del nemico, o anche soltanto per proteggere le proprie riserve interne