dittico

[dìt-ti-co]
In sintesi
due tavole di legno unite da una cerniera con immagini sacre
← dal lat. tardo diptўchu(m), che è dal gr. díptychos ‘piegato in due’, comp. di dís ‘doppio’ e ptych ‘piega’.
1
ST Nell'antichità, coppia di tavolette, di legno o d'avorio, ripiegabili l'una sull'altra mediante una cerniera, incerate all'interno per potervi scrivere || Nella tarda età imperiale romana, coppia di tavolette di materia preziosa recanti incisi i nomi e i ritratti degli alti magistrati, usata a scopo commemorativo || Dal Medioevo, dipinto o bassorilievo su doppia tavola, ripiegabile a libro, usato anche come oggetto di devozione: un d. fiammingo
2
LETTER Opera letteraria costituita di due parti distinte, ma legate da un unico motivo ispiratore