detrattore

[de-trat-tó-re]
In sintesi
calunniare o diffamare
← dal lat. detractōre(m).
agg. e s.m
(pl. m. -ri; f. -trìce, pl. -ci)

Che, chi detrae una persona; calunniatore: non si cura dei suoi detrattori SIN. diffamatore, maldicente

Citazioni
Io mi straziava il petto colle unghie, e mi strappava i capelli per non poter sorgere a vendetta di quei codardi improperi; il silenzio da me tenuto durante l’infanzia appetto a quei furtivi detrattori mi rimordeva come un delitto.
Le Confessioni di un italiano di Ippolito Nievo
Contro cotali detrattori delle razze latine sarebbe tempo perduto lo scrivere dei volumi; basterà additare ed aprire quelli già stampati.
Le Confessioni di un italiano di Ippolito Nievo
Se la Contessa usò meco con minore durezza, riconosco ora che fu tutta sua indulgenza; perciò non mi diede mai il cuore di unirmi ai suoi detrattori quando ne udii dire tutto il male che vedrete in appresso.
Le Confessioni di un italiano di Ippolito Nievo