demagogia

[de-ma-go-gì-a]
In sintesi
fare promesse di miglioramento difficilmente realizzabili; mirare al favore delle masse con vane promesse
← dal gr. magōghía, deriv. di magōgós ‘demagogo’.
1
Degenerazione del concetto di democrazia, in cui si ricerca il consenso delle masse popolari puntando sull'emotività, i pregiudizi e le suggestioni, piuttosto che sulla razionalità delle soluzioni
2
estens. Pratica politica finalizzata alla pura ricerca del consenso, attraverso promesse non realizzabili o la soddisfazione di minimi bisogni immediati, spacciati per decisivi: fare della d.