congerie

[con-gè-rie]
In sintesi
ammasso confuso, accozzaglia, farragine
← dal lat. congerĭe(m), deriv. di congerĕre ‘mettere insieme, accumulare’.
s.f. inv.

Ammasso disordinato: una c. di carte, di ninnoli e di altri oggetti disparati; fig. Ha in testa una congerie di idee