capestro

[ca-pè-stro]
In sintesi
grossa corda per animali; cordone dei frati; persona ottusa, ignorante
← lat. capĭstru(m) ‘cappio per animali, cavezza’.

A
s.m.

1
Fune con la quale si legano alcuni animali per la testa; cavezza || fig. Bestia da capestro, persona ottusa, ignorante || Porre il capestro a qualcuno, sottometterlo alla propria volontà
2
estens. Corda per impiccare, munita di nodo scorsoio || Forca: condannare qualcuno al c.
3
fig. Persona scellerata, degna del capestro
4
ECCL Cordone del saio dei frati francescani

B
come agg.

(posposto al s.) Che opprime, che impone condizioni rigide: contratto c.