campeggiare

[cam-peg-già-re]
In sintesi
risaltare su uno sfondo; spiccare
← deriv. di campo.

A
v.intr.
(aus. avere)

1
MIL Stare in campo con l'esercito, cambiando spesso luogo e senza attaccare decisamente, per costringere il nemico a muoversi || Stare di fronte al nemico nel campo || Attendarsi
2
Soggiornare sotto una tenda; fare campeggio: abbiamo campeggiato in Sardegna
3
fig. Risaltare: sul fondo del quadro campeggiano le montagne || Essere in evidenza: la figura del protagonista campeggia in tutta l'opera

B
v.tr.

1
MIL Stringere d'assedio con l'esercito in campo
2
raro Campire: c. un affresco

Citazioni
ogni tanto elevate su terrapieni aperti: e da qui la vista spazia per prospetti più o meno estesi, ma ricchi sempre e sempre qualcosa nuovi, secondo che i diversi punti piglian più o meno della vasta scena circostante, e secondo che questa o quella parte campeggia o si scorcia, spunta o sparisce a vicenda.
I promessi sposi di Alessandro Manzoni
Ei campeggiò sul Reno e sul Visurgi.
Le canzoni di re Enzio di Giovanni Pascoli
Chi siede a lui vicin? Per certo il caso
Congiunse accorto i due leggiadri estremi
Perchè doppio spettacolo campeggi;
E l’un dell’altro al par più lustri e splenda.
Il Giorno di Giuseppe Parini
Pure e’ doverrebbono vedere di quanti danni è stato cagione il campeggiare la vernata, e ricordarsi come i Franzesi, l’anno millecinquecentotre, furono rotti in sul Garigliano dal verno e non dagli Spagnuoli.
Dialoghi dell arte della guerra di Niccolo Machiavelli
E però, come di sopra si disse, giovano questi instrumenti molto più a chi campeggia le terre, che a chi è campeggiato.
Discorsi sopra la prima Deca di Tito Livio di Niccolo Machiavelli
Uno principe, adunque, che abbi una città forte e non si facci odiare, non può essere assaltato; e se pure fussi chi lo assaltassi, se ne partirebbe con vergogna; perché le cose del mondo sono sì varie, che egli è quasi impossibile che uno potessi con gli eserciti stare uno anno ozioso a campeggiarlo.
Il Principe di Niccolo Machiavelli
Non traevano la notte alle terre; quelli delle terre non traevano alle tende; non facevano intorno al campo né steccato né fossa; non campeggiavano il verno.
Il Principe di Niccolo Machiavelli
Venuta adunque la primavera, Niccolò Piccino fu il primo a uscire in campagna; e campeggiò Cignano, castello lontano da Brescia dodici miglia; al soccorso del quale venne il Conte; e tra l’uno e l’altro di quelli capitani, secondo la loro consuetudine, si maneggiava la guerra.
Istorie fiorentine di Niccolo Machiavelli
Perché il Conte, passato il tempo della tregua, si ristrinse con le sue genti a quella città, sperando in brieve, a dispetto de’ Viniziani, occuparla; perché quelli non la potevano soccorrere se non dalla parte dell’Adda, il quale passo facilmente poteva chiudere; e non temeva, per essere la vernata, che i Viniziani gli campeggiassino apresso; e sperava, prima che il verno passasse, avere la vittoria, massimamente sendo morto Francesco Piccinino, e restato solo Iacopo suo fratello capo de’ Milanesi.
Istorie fiorentine di Niccolo Machiavelli
Una delle suore avea nel mezzo d’essa composto un festoncello tutto di frondi di lauro, e spartoci dove meglio campeggiavano alcune rose bianche e vermiglie; e di fiorancio dipinte le fasce che legavano il festone, le quali per lo spazio della tavola si distendevano; e dentro del festone co’ fiori di borrana scritto il nome del vicario del vescovo, che con il suo monsignore era venuto il dì proprio: e per lui più che per la sua mitera si fecero le scampanate che mi tolsero delle orecchie, con il loro don din don, mille cose belle da raccontare.
Ragionamento di Pietro Aretino
Ah! ah! ah! Riso averesti tu udendo il dibattimento del rimenarsi loro, mescolato con alcuni ladri detti del facchino, che campeggiavano troppo bene con quelli di madonna fàmmelo.
Ragionamento di Pietro Aretino