caleidoscopio

[ca-lei-do-scò-pio]
In sintesi
strumento che mostra figure geometriche sempre diverse
← dall’ingl. kaleidoscope, comp. del gr. kalós ‘bello’, êidos ‘figura’ e skopêin ‘guardare’.
1
Apparecchio ottico costituito da un tubo di materia opaca che, rivolto verso la luce e girato lentamente, mostra figure geometriche e simmetriche, sempre diverse, prodotte da pezzetti di vetro mobili, riflessi mediante il gioco di due specchi piani disposti ad angolo
2
fig. Varietà di cose, di fatti mutevoli: un c. d'immagini, di avvenimenti