atticciato

[at-tic-cià-to]
In sintesi
riferito a persona tarchiata, tozza, grossa e robusta
← etimo incerto; forse dal longob. thikki ‘grosso’.
agg.

Che ha una costituzione fisica tarchiata, massiccia: un uomo a.

Citazioni
Avea il detto Alberto una matrigna assai giovane e complessa e atticciata, il quale in nessun modo, come spesso interviene, potea avere pace con lei; e di questo suo caso dolendosi spesse volte con alcuni suoi compagni, da loro gli fu dato questo consiglio, dicendo: — Alberto, se tu non trovi modo d’avere a far di lei, non isperar mai di star con lei se non in battaglia e in mala ventura.
Il Trecentonovelle di Franco Sacchetti
Le quali cose mentre che per lo Stramba e per l’Atticciato e per gli altri amici e compagni di Pasquino sì come frivole e vane in presenzia del giudice erano schernite, e con più instanzia la sua malvagità accusata, niuna altra cosa per lor domandandosi se non che il fuoco fosse di così fatta malvagità punitore, la cattivella, che dal dolore del perduto amante e dalla paura della dimandata pena dallo Stramba ristretta stava e per l’aversi la salvia fregata a’ denti, in quel medesimo accidente cadde che prima caduto era Pasquino, non senza gran maraviglia di quanti eran presenti.
Decameron di Giovanni Boccaccio