asettico

[a-sèt-ti-co]
In sintesi
privo di contaminazione microbica e di infezioni
← comp. di a- 1 e di un deriv. del gr. ptikós ‘settico, putrefattivo’.
1
Di, che concerne l'asepsi || Non settico, che è atto a prevenire o ad arrestare la suppurazione o l'infezione || Di ferita, di materiale chirurgico e sim., in condizioni di asepsi CONT. settico
2
fig. Privo di calore, di personalità; freddo, distaccato: un'esecuzione pianistica tecnicamente perfetta, ma asettica