anastrofe

[a-nà-stro-fe]
In sintesi
inversione dell'ordine normale in cui si presentano due parole
← dal lat. tardo anastrŏphe(m), dal gr. anastroph ‘inversione’.
s.f.
(pl. -fi)

RET Inversione dell'ordine sintattico naturale o abituale di una o più parole nel periodo: cammin facendo; eccezion fatta