anacoluto

[a-na-co-lù-to]
In sintesi
espressioni linguistiche collegate e sospese
← dal lat. tardo anacolūthon, che è dal gr. anakólouthon, comp. di an- priv. e akólouthos ‘conseguente’; propr. ‘inconseguente’.
s.m.

RET Figura sintattica consistente nel cominciare un periodo con un costrutto, proseguendolo con un altro: Calandrino, se la prima gli era paruta amara, questa gli parve amarissima (Boccaccio)