ameno

[a-mè-no]
In sintesi
che ispira gioia, gradevole e attraente e/o divertente
← dal lat. amōenu(m).
1
Piacevole, gradevole: paesaggio, luogo a.; stagione amena
2
Divertente, dilettevole: giornate amene; letteratura amena; amena compagnia SIN. allegro, giocondo
3
Strano, bizzarro, stravagante: è un tipo a.

Citazioni
Anche più varia e mutabile si è la condizione così della filosofia come delle altre scienze: se bene al primo aspetto pare il contrario: perché le lettere amene riguardano al bello, che pende in gran parte dalle consuetudini e dalle opinioni; le scienze al vero, ch’è immobile e non patisce cambiamento.
Operette morali di Giacomo Leopardi
Maledetta questa vita lusinghiera e fugace che ci mena a diporto per golfi ameni e incantevoli e ci avventa poi naufraghi disperati contro uno scoglio!...
Le Confessioni di un italiano di Ippolito Nievo
Et pervenuto in parte humìle et bassa, amena valle che quel monte adombra, che ‘l vecchio nome per età non lassa; là dove un verde lauro faceva ombra, alla radice quasi del bel monte m’assisi, e ‘l cor d’ogni pensiero si sgombra.
Poemetti in terzine di Lorenzo de Medici
La Olanda è nell’estate un ameno e ridente paese; ma mi sarebbe piaciuta anche più, se l’avessi visitata prima dell’Inghilterra; atteso che quelle stesse cose che vi si ammirano, popolazione, ricchezza, lindura, savie leggi, industria ed attività somma, tutte vi si trovano alquanto minori che in Inghilterra.
Vita di Vittorio Alfieri